La rete FREE cresce a macchia d’olio

Si è tenuto ieri, a cura dell’associazione studentesca Agorà presso l’Università di Fisciano, il convegno sul “fenomeno della corruzione all’interno della Pubblica Amministrazione”. Tra i...

Calendario dell’avvento di Sephora: le prime 6 caselle

Ciao amici! Nelle prime sei caselle del calendario dell'avvento di Sephora, tante belle sorprese. 1 dicembre: uno spray per il viso di Mario Badescu. E'...

Pozzuoli: domani accensione delle luminarie e spettacolo pirotecnico

Domani, mercoledì 7 dicembre, alle ore 18.00, presso il Rione Terra, ci sarà la prima accensione delle luminarie. L’evento sarà accompagnato da un suggestivo...

Voci dal carcere: Anna si racconta – settima parte

Anna ci ha insegnato a comprendere che da un momento all’altro si può cadere nel baratro della disperazione. È il racconto di una donna...

Pozzuoli: le dichiarazioni di DE NATALE dopo gli eventi sismici di oggi

Diversi eventi sismici si stanno registrando in queste ore nei Campi Flegrei, con scosse di varia intensità. Gli eventi più significativi sono stati avvertiti alle...

Scoperta in Olanda una nuova variante che rende l’HIV più pericoloso ed aggressivo

Di Antonio Giordano

In Olanda è stata isolata la nuova variante del virus Hiv. Lo studio è stato pubblicato in questi giorni da Science. I ricercatori dell’Università di Oxford hanno scoperto che si tratta di una mutazione altamente virulenta. La nuova variante fa parte di un sottotipo B del virus Hiv ed è più infettiva poiché la carica virale passa dai 3,5 a 5,5 ed è causa del declino dei globuli bianchi ad una velocità “due volte superiore” all’infezione da Hiv che eravamo abituati a trattare e conoscere.

Tuttavia, sebbene più aggressiva, risponde adeguatamente ai farmaci antiretrovirali già in uso. E’ stata isolata in 109 pazienti sieropositivi che hanno mostrato di rispondere bene alle terapie. I ricercatori hanno osservato che il virus Hiv muta, al pari del virus Sars-Cov2 e degli altri virus, ed ha la capacità di adattarsi ai farmaci e diventare anche resistente agli stessi.

All’Università di Oxford ai pazienti oggetto del monitoraggio sono stati sequenziati i genomi virali, dal momento che questi pazienti sieropositivi mostravano di ammalarsi più velocemente di Hiv rispetto ad altri anch’essi sieropositivi, la cui positività era gestita senza complicazioni e non sfociava nella malattia.

La nuova variante VB, è la prova che non sempre un virus arriva a depotenziarsi e che, quindi, dovrebbe essere sempre tenuto sotto controllo, in modo da intervenire ed isolare mutazioni “più cattive”. La VB, variante del sottotipo B della famiglia dei ceppi Hiv, presenta ben 250 cambiamenti di amminoacidi e circa 500 cambiamenti di nucleotidi. Chris Wymant, autore dello studio, insieme al team di Oxford, non si spiega e “non conosce” il motivo della maggiore virulenza, poiché afferma: “queste mutazioni si sono verificate tutte insieme”. Occorreranno altre ricerche per capire l’impatto che avrà questa nuova variante e come si comporterà nel tempo. Ciò che sappiamo è che si è diffusa rapidamente in Olanda e Belgio, anche se si ipotizzano circoli da almeno 10 anni nei Paesi Bassi.

I sintomi sono gli stessi del virus Hiv che già era noto, aumentano le concentrazioni di quest’ultimo nel sangue umano, provocando una maggiore possibilità di sviluppare l’Aids. Il sistema immunitario viene attaccato più rapidamente, di conseguenza è necessario una “ diagnosi precoce”, effettuare i test all’insorgere dei primi sospetti per cominciare da subito una terapia farmacologica ed attaccare il virus. Grazie ai farmaci, infatti, si è allungata l’aspettativa di vita dei malati e dei sieropositivi e, tenendo sotto controllo l’abbattimento progressivo delle difese, si garantisce loro una buona sopravvivenza.

Fonte: La Voce di New York 

Ultimi articoli pubblicati

La rete FREE cresce a macchia d’olio

Si è tenuto ieri, a cura dell’associazione studentesca Agorà presso l’Università di Fisciano, il convegno sul “fenomeno della corruzione all’interno della Pubblica Amministrazione”. Tra i...

Calendario dell’avvento di Sephora: le prime 6 caselle

Ciao amici! Nelle prime sei caselle del calendario dell'avvento di Sephora, tante belle sorprese. 1 dicembre: uno spray per il viso di Mario Badescu. E'...

Pozzuoli: domani accensione delle luminarie e spettacolo pirotecnico

Domani, mercoledì 7 dicembre, alle ore 18.00, presso il Rione Terra, ci sarà la prima accensione delle luminarie. L’evento sarà accompagnato da un suggestivo...

Voci dal carcere: Anna si racconta – settima parte

Anna ci ha insegnato a comprendere che da un momento all’altro si può cadere nel baratro della disperazione. È il racconto di una donna...

Pozzuoli: le dichiarazioni di DE NATALE dopo gli eventi sismici di oggi

Diversi eventi sismici si stanno registrando in queste ore nei Campi Flegrei, con scosse di varia intensità. Gli eventi più significativi sono stati avvertiti alle...

Articoli Correlati

La rete FREE cresce a macchia d’olio

Si è tenuto ieri, a cura dell’associazione studentesca Agorà presso l’Università di Fisciano, il convegno sul “fenomeno della corruzione all’interno della Pubblica Amministrazione”. Tra i...

Calendario dell’avvento di Sephora: le prime 6 caselle

Ciao amici! Nelle prime sei caselle del calendario dell'avvento di Sephora, tante belle sorprese. 1 dicembre: uno spray per il viso di Mario Badescu. E'...

Pozzuoli: domani accensione delle luminarie e spettacolo pirotecnico

Domani, mercoledì 7 dicembre, alle ore 18.00, presso il Rione Terra, ci sarà la prima accensione delle luminarie. L’evento sarà accompagnato da un suggestivo...

Voci dal carcere: Anna si racconta – settima parte

Anna ci ha insegnato a comprendere che da un momento all’altro si può cadere nel baratro della disperazione. È il racconto di una donna...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi