La rete FREE cresce a macchia d’olio

Si è tenuto ieri, a cura dell’associazione studentesca Agorà presso l’Università di Fisciano, il convegno sul “fenomeno della corruzione all’interno della Pubblica Amministrazione”. Tra i...

Calendario dell’avvento di Sephora: le prime 6 caselle

Ciao amici! Nelle prime sei caselle del calendario dell'avvento di Sephora, tante belle sorprese. 1 dicembre: uno spray per il viso di Mario Badescu. E'...

Pozzuoli: domani accensione delle luminarie e spettacolo pirotecnico

Domani, mercoledì 7 dicembre, alle ore 18.00, presso il Rione Terra, ci sarà la prima accensione delle luminarie. L’evento sarà accompagnato da un suggestivo...

Voci dal carcere: Anna si racconta – settima parte

Anna ci ha insegnato a comprendere che da un momento all’altro si può cadere nel baratro della disperazione. È il racconto di una donna...

Pozzuoli: le dichiarazioni di DE NATALE dopo gli eventi sismici di oggi

Diversi eventi sismici si stanno registrando in queste ore nei Campi Flegrei, con scosse di varia intensità. Gli eventi più significativi sono stati avvertiti alle...

Giornalisti in erba: reportage di New York

La rubrica “Giornalisti in erba”, accoglie i testi dei bambini della scuola primaria

Di Chiara Lomato*
New York: se ci credi potrai toccare il cielo con un dito, una città che non dorme mai, la città dei sogni.

New York è piena di grattacieli, tra cui l’Empire State Building oppure il Top Of The Rock. È una città “nuova”, ma ricca comunque di storia, come dimostra la Statua della Libertà e Ellis Island. Qui gli americani accoglievano i migranti. Li visitavano e li trattenevano prima di entrare in città. Oggi si trova un museo in cui sono esposti gli oggetti con cui i medici visitavano gli immigrati e alcuni vecchi filmati e altri documenti.

A New York c’è un posto in particolare in cui ci si commuoverà certamente:

è il posto dove l’11/9/2001 alle ore 14.46  ci fu l’attentato alle torri gemelle (Ground Zero). In memoria delle 2996 vittime c’è ora una enorme fontana con scritti i loro nomi sul marmo.

Ovviamente, non si può saltare Times Square, ormai diventata il simbolo di questa moderna città. Qui tutti i negozi sono straordinariamente enormi: Disney store, il negozio M&M o quello LEGO a Rockefeller Centre, dove, se andrete nel periodo natalizio, assisterete all’accensione dell’albero di Natale più grande di New York e pattinerete su un’enorme pista di pattinaggio!

A pochi passi da Time Square si trova Broadway, famosa per i tanti musicals che vanno in scena nei molti teatri che ci sono lungo strada. Vi consiglio però di studiare un po’ l’inglese, dato che gli spettacoli non vengono tradotti in italiano! Ma anche se non capite le parole, gli attori riescono ad interpretare il loro ruolo tanto bene da teletrasportarvi in un mondo parallelo.

Se vi piace “il verde” dovete assolutamente andare a Central Park dove sarete a contatto con la natura e quando vi stancherete di camminare, potrete sedervi su una delle tante panchine che ci sono lì su cui potrete incontrare degli animaletti inaspettati… scoiattoli! Io ho incontrato uno scoiattolo a cui ho dato una patatina… e lui l’ha mangiata! Alcuni dicono che New York è una città “tutto cemento” invece ospita un sacco di spazi verdi anche attrezzati per noi bambini! Inoltre, a Central Park è stata girata una scena del film “Come d’incanto”.

Molto bella è la stazione centrale dove è ambientata una scena del cartone di “Madagascar”.

Ovviamente quando siete a New York non potete non attraversare il ponte di Brooklyn (foto di copertina) e perdervi nel suo bellissimo paesaggio in cui si intravedono diversi grattacieli ed il fiume. Stupendo.

Se amate le torte o comunque dolci in generale, andate nella pasticceria di Buddy Valastro detto anche, nel suo programma televisivo, “Il boss delle torte”.

Ultimo , ma non ultimo da vedere, il Greenwich Village, un quartiere che esprime la libertà di essere ciò che si vuole senza temere niente.

*La rubrica “Giornalisti in erba”, accoglie i testi dei bambini della scuola primaria. Il testo giornalistico è uno dei testi maggiormente graditi dai piccoli. Può essere realizzato come “testo giornalistico di cronaca”, oppure come “intervista” o, ancora, come “reportage”.

Potrebbe interessarti anche:

I bambini parlano degli anziani

 

Ultimi articoli pubblicati

La rete FREE cresce a macchia d’olio

Si è tenuto ieri, a cura dell’associazione studentesca Agorà presso l’Università di Fisciano, il convegno sul “fenomeno della corruzione all’interno della Pubblica Amministrazione”. Tra i...

Calendario dell’avvento di Sephora: le prime 6 caselle

Ciao amici! Nelle prime sei caselle del calendario dell'avvento di Sephora, tante belle sorprese. 1 dicembre: uno spray per il viso di Mario Badescu. E'...

Pozzuoli: domani accensione delle luminarie e spettacolo pirotecnico

Domani, mercoledì 7 dicembre, alle ore 18.00, presso il Rione Terra, ci sarà la prima accensione delle luminarie. L’evento sarà accompagnato da un suggestivo...

Voci dal carcere: Anna si racconta – settima parte

Anna ci ha insegnato a comprendere che da un momento all’altro si può cadere nel baratro della disperazione. È il racconto di una donna...

Pozzuoli: le dichiarazioni di DE NATALE dopo gli eventi sismici di oggi

Diversi eventi sismici si stanno registrando in queste ore nei Campi Flegrei, con scosse di varia intensità. Gli eventi più significativi sono stati avvertiti alle...

Articoli Correlati

La rete FREE cresce a macchia d’olio

Si è tenuto ieri, a cura dell’associazione studentesca Agorà presso l’Università di Fisciano, il convegno sul “fenomeno della corruzione all’interno della Pubblica Amministrazione”. Tra i...

Calendario dell’avvento di Sephora: le prime 6 caselle

Ciao amici! Nelle prime sei caselle del calendario dell'avvento di Sephora, tante belle sorprese. 1 dicembre: uno spray per il viso di Mario Badescu. E'...

Pozzuoli: domani accensione delle luminarie e spettacolo pirotecnico

Domani, mercoledì 7 dicembre, alle ore 18.00, presso il Rione Terra, ci sarà la prima accensione delle luminarie. L’evento sarà accompagnato da un suggestivo...

Voci dal carcere: Anna si racconta – settima parte

Anna ci ha insegnato a comprendere che da un momento all’altro si può cadere nel baratro della disperazione. È il racconto di una donna...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi