La rete FREE cresce a macchia d’olio

Si è tenuto ieri, a cura dell’associazione studentesca Agorà presso l’Università di Fisciano, il convegno sul “fenomeno della corruzione all’interno della Pubblica Amministrazione”. Tra i...

Calendario dell’avvento di Sephora: le prime 6 caselle

Ciao amici! Nelle prime sei caselle del calendario dell'avvento di Sephora, tante belle sorprese. 1 dicembre: uno spray per il viso di Mario Badescu. E'...

Pozzuoli: domani accensione delle luminarie e spettacolo pirotecnico

Domani, mercoledì 7 dicembre, alle ore 18.00, presso il Rione Terra, ci sarà la prima accensione delle luminarie. L’evento sarà accompagnato da un suggestivo...

Voci dal carcere: Anna si racconta – settima parte

Anna ci ha insegnato a comprendere che da un momento all’altro si può cadere nel baratro della disperazione. È il racconto di una donna...

Pozzuoli: le dichiarazioni di DE NATALE dopo gli eventi sismici di oggi

Diversi eventi sismici si stanno registrando in queste ore nei Campi Flegrei, con scosse di varia intensità. Gli eventi più significativi sono stati avvertiti alle...

Due artigiani puteolani, esponenti del movimento STAMM’ CA’, chiedono di riaprire le loro attività

I titolari delle partite IVA scendono in piazza per denunciare che sono sull'orlo di un baratro e si sentono abbandonati dallo Stato

Si è tenuta in piazza del Plebiscito a Napoli una pacifica protesta accompagnata da croci portate sulle spalle dagli imprenditori di Confesercenti, scesi nuovamente in strada per protestare contro le chiusure e le restrizioni imposte dalle normative anti-contagio che, spiegano, hanno generato una situazione economicamente non più sostenibile. Ristoratori, parrucchieri, estetisti e, soprattutto, operatori del turismo, uno dei settori più colpiti dalla pandemia; tutti chiedono di poter riaprire e tornare a lavorare.

Due esponenti del comitato “STAMM CA'” appartenenti alla categoria delle partite IVA, Giuseppe Ziello e Paolo Castaldo, entrambi parrucchieri, mi hanno inviato nel pomeriggio di ieri questa nota:

Un artigiano, come anche altre categorie di persone, viene sottoposto a studi di settore: ad un titolare con un dipendente corrisponde una certa tassazione, senza andare ad approfondire il reddito prodotto. Per accedere ai ristori, invece, si stabilisce una cifra una tantum che non guarda ai costi fissi di gestione (affitto, utenze, dipendenti, etc) e tanto meno al guadagno mensile. Lo scorso anno abbiamo goduto di due ristori, doveva arrivarci un terzo mai pervenuto. Se noi contribuenti versassimo cifre inferiori a quelle dovute, dopo qualche mese verremmo multati dall’agenzia delle entrate.

Inoltre altro dato rilevante è questo: se un dipendente viene messo a cassa integrazione, inizierà ad essere pagato dopo 3-4 mesi e riceverà una somma nettamente inferiore allo stipendio. Come fa il cassa integrato nel frattempo a sostenere la sua famiglia? E’ necessario che ci sia chiarezza anche sulle date delle riaperture. Corre voce che si riaprirà a maggio. Perderemo tutti i clienti! Perché nel frattempo parrucchieri, barbieri, estetiste a domicilio vanno a soddisfare l’enorme richiesta dell’utenza a basso costo ed esentasse. Chi controlla il fenomeno? Chi dà a noi titolari di esercizi commerciali un briciolo di garanzia? Abbiamo sostenuto dei costi per adattare i locali alle normative Covid e dopo 20 giorni siamo entrati in zona rossa e costretti a chiudere perchè la nostra categoria non è rientrata in quelle considerate primarie. Se non ci verranno date delle risposte in tempi celeri la nostra protesta andrà avanti perchè siamo sull’orlo del baratro e lo ci sentiamo completamente abbandonati“.

Ultimi articoli pubblicati

La rete FREE cresce a macchia d’olio

Si è tenuto ieri, a cura dell’associazione studentesca Agorà presso l’Università di Fisciano, il convegno sul “fenomeno della corruzione all’interno della Pubblica Amministrazione”. Tra i...

Calendario dell’avvento di Sephora: le prime 6 caselle

Ciao amici! Nelle prime sei caselle del calendario dell'avvento di Sephora, tante belle sorprese. 1 dicembre: uno spray per il viso di Mario Badescu. E'...

Pozzuoli: domani accensione delle luminarie e spettacolo pirotecnico

Domani, mercoledì 7 dicembre, alle ore 18.00, presso il Rione Terra, ci sarà la prima accensione delle luminarie. L’evento sarà accompagnato da un suggestivo...

Voci dal carcere: Anna si racconta – settima parte

Anna ci ha insegnato a comprendere che da un momento all’altro si può cadere nel baratro della disperazione. È il racconto di una donna...

Pozzuoli: le dichiarazioni di DE NATALE dopo gli eventi sismici di oggi

Diversi eventi sismici si stanno registrando in queste ore nei Campi Flegrei, con scosse di varia intensità. Gli eventi più significativi sono stati avvertiti alle...

Articoli Correlati

La rete FREE cresce a macchia d’olio

Si è tenuto ieri, a cura dell’associazione studentesca Agorà presso l’Università di Fisciano, il convegno sul “fenomeno della corruzione all’interno della Pubblica Amministrazione”. Tra i...

Calendario dell’avvento di Sephora: le prime 6 caselle

Ciao amici! Nelle prime sei caselle del calendario dell'avvento di Sephora, tante belle sorprese. 1 dicembre: uno spray per il viso di Mario Badescu. E'...

Pozzuoli: domani accensione delle luminarie e spettacolo pirotecnico

Domani, mercoledì 7 dicembre, alle ore 18.00, presso il Rione Terra, ci sarà la prima accensione delle luminarie. L’evento sarà accompagnato da un suggestivo...

Voci dal carcere: Anna si racconta – settima parte

Anna ci ha insegnato a comprendere che da un momento all’altro si può cadere nel baratro della disperazione. È il racconto di una donna...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi