Trema la terra a Pozzuoli

Le dichiarazioni del vulcanologo

L’Osservatorio Vesuviano ha comunicato all’amministrazione comunale di Pozzuoli l’accadimento di un evento sismico di magnitudo 1.6± 0,3 localizzato in prossimità della Solfatara. Il sisma si è prodotto alle 00:25 alla profondità di 1.1 km. L’evento potrebbe essere stato accompagnato da un boato avvertito dagli abitanti delle aree prossime all’epicentro.

Il fenomeno del bradisismo a Pozzuoli ha vissuto una fase intensa nel primo semestre dell’anno 2023. Siamo ora in una fase di rallentamento della velocità di sollevamento del suolo. Come spiega il prof. Giuseppe Luongo, vulcanologo, “diminuisce la velocità del sollevamento, diminuisce la frequenza dei sismi. Il suolo può sollevarsi anche senza sismicità purché il fenomeno proceda lentamente, in modo tale che il mezzo si deformi come materiale viscoso senza rottura. Questa condizione si è osservata per gran parte della crisi del 1970-72 e si è osservata anche nella fase iniziale della crisi attuale. Nella crisi in corso la sismicità prodotta dalle fratture delle rocce (non quella generata dalle esplosioni freatiche, molto contenute, nei campi idrotermali di Solfatara e Pisciarelli) si è palesata con il trascorrere del tempo, necessario per l’accumulo di energia elastica nelle rocce”.

LEGGI ANCHE:

Pozzuoli: divieto di balneazione a Lucrino

 

Ultimi articoli pubblicati

Articoli Correlati