Tragedia allo Stadio Maradona: Tony, bacolese, muore a 42 anni

Domenica sera allo stadio Maradona di Napoli si è consumata una tragedia: un uomo di 42 anni, di Bacoli, marito e padre di due figli piccoli ha perso la vita in un incidente ancora tutto da chiarire, sul quale indagano le forze dell‘ordine.

La vittima è Tony Scotto di Luzio, grande tifoso della squadra del Napoli. Si sarebbe recato allo stadio intorno alle 19 e, come si apprende da FanPage, avrebbe incontrato un amico con il quale avrebbe tentato di raggiungere la curva A introducendosi in un cunicolo che attraversa una zona parcheggio mai entrata in funzione. L’amico, incontrate delle difficoltà, sarebbe tornato indietro, convinto che Tony fosse giunto a destinazione. Solo dopo diverse ore, non riuscendo a rintracciarlo, avrebbe allertato le forze dell’ordine che, dopo lunghe e difficili ricerche, hanno rinvenuto il corpo.

Tony era un padre affettuoso, un uomo che adorava la sua famiglia e la sua terra – scrive il sindaco di Bacoli Josy della Ragione Tony è un figlio di Bacoli. Amava tanto la vita. Sempre con il sorriso stampato sul volto. Sempre gioviale. A soli 42 anni, lascia un grande dolore. Lascia due figli piccoli, moglie, familiari. Una famiglia di persone di grandi lavoratori. E tanti, tantissimi colleghi e amici. Le autorità competenti accerteranno cosa è accaduto ieri notte, nei pressi dello Stadio Diego Armando Maradona. Adesso, solo lutto. E dolore per una grave perdita. Lo ricorderò per sempre quando, da giovanissimo tifoso del Napoli, entrambi abbonati in Curva A, seguivamo il nostro amato Napoli. Insieme a tanti altri bacolesi. Erano i tempi del ritorno in Serie A, dopo il buio del fallimento. Andare allo stadio era sempre una grande gioia. E così dovrebbe essere, sempre. Per tutti. Ci lascia un giovane. Un amico di vecchia data. Un figlio di Bacoli. Possa tu riposare in pace, Tony”.

LEGGI ANCHE:

La luce nel buio, la speranza nella sofferenza: in cammino verso la Pasqua

 

Ultimi articoli pubblicati

Articoli Correlati