Pozzuoli: domani processione della statua della Madonna delle Grazie

Comunicato stampa*
Venerdì 14 luglio, la chiesa del centro storico di Pozzuoli sarà arricchita dall’arrivo della statua della Madonna delle Grazie, fortemente voluta dal parroco don Tonino Russo e intensamente desiderata dai fedeli e dalla comunità.

Alle ore 18.15 del 14 luglio, raduno nella chiesa parrocchiale del Sacro Cuore di Gesù ai Gerolomini a Pozzuoli (via Giuseppe Chiaro, 6). Alle ore 18.30, partenza verso la chiesa di Santa Maria delle Grazie dove la statua sarà portata in processione, percorrendo il seguente itinerario: Lungomare Sandro Pertini, Via Matteotti, Largo Matteotti, Corso della Repubblica, Piazza della Repubblica.

Nella chiesa, che fu elevata a parrocchia con il titolo di Santa Maria delle Grazie il 15 novembre 1624, si terrà la celebrazione eucaristica, presieduta dal vescovo eletto di Pozzuoli e di Ischia, don Carlo Villano.

La statua, prodotta con la tecnica della lavorazione della terracotta e cartapesta, è stata realizzata dalla ditta “Antiche botteghe Napoletane”, grazie ai maestri artigiani Antonio Cesareo e Giovanni Buonocore.

Un momento di preghiera intenso per tutta la Chiesa locale, come sottolineato dal parroco: “Affidiamo alla Madonna delle Grazie il cammino diocesano, le famiglie, soprattutto i giovani, i bambini, gli ammalati, la nostra città”.

***

Come sottolineato dagli organizzatori e dai volontari della Biblioteca don Peppino Lannia, “è significativa la scelta di percorrere all’inverso le cosiddette ‘vie di fuga’, per partire dal lungomare e giungere nel centro cittadino, dove la comunità puteolana vivrà un momento di vera unità nella Fede e nella Speranza. L’evento chiude simbolicamente una laboriosa opera di restauro della Chiesa Santa Maria delle Grazie, che dimostra l’attenta costanza con cui la diocesi di Pozzuoli cura il patrimonio religioso, storico e architettonico – significativi gli impegni economici destinati dalla diocesi nei consistenti lavori effettuati negli ultimi anni in questa e in tante altre chiese dell’area flegrea -, ma anche e soprattutto la forza e l’impegno impiegato dal parroco per superare negli anni le numerose difficoltà che si sono presentate per i lavori. Difficoltà che sono state superate non solo in Santa Maria delle Grazie, ma anche nelle chiese di San Michele Arcangelo a Toiano e di San Francesco d’Assisi e di Sant’Antonio da Padova, che rappresenta un piccolo gioiello dell’architettura religiosa di Pozzuoli. L’arrivo della statua della Madonna delle Grazie, costituisce un nuovo e significativo tassello che si aggiunge al secolare mosaico della storia della chiesa puteolana più antica (ampiamente illustrata sul sito web www.santamariapozzuoli.it), che oggi all’importanza delle sue funzioni religiose, somma anche i valori di una testimonianza culturale di indubbia bellezza”.

*Carlo Lettieri 

Ultimi articoli pubblicati

Articoli Correlati