Pozzuoli: divieto di balneazione a Lucrino

Nei giorni scorsi abbiamo dato la notizia sui valori oltre i limiti riferiti ai batteri dell’escherichia, riscontrati lo scorso 27 giugno dall’Arpac per “La Pietra” e per Licola. L’acqua di Licola era stata già interdetta alla balneazione.

L’Arpac ha fatto una verifica il 12 luglio nella zona di Arco Felice – Lucrino, dal Lido Augusto e fino al confine di Baia, per un tratto di 2.200 mt. Sono stati riscontrati anche in quella zona di mare valori ben oltre i limiti dei batteri di Escherichia, per cui il Sindaco Gigi Manzoni ha firmato oggi l’Ordinanza (11143_OrdinanzaSindacale_Copia_98_2023) il divieto di balneazione fino a nuova comunicazione da parte dell’Arpac.

Sono anni che le Associazioni ambientaliste del territorio si stanno battendo, anche con denunce alla Magistratura, per un controllo del territorio, in particolare per gli scarichi fognari, che potesse finalmente mettere fine alla triste vicenda della non balneabilità del mare.

Come se non bastasse si aggiunge la rottura dell’impianto con i reflui provenienti da Bacoli direttamente alla colmata di Licola. L’intervento della squadra addetta alla manutenzione è stato interrotto a causa del sovrapporsi di un guasto alla rete Enel che ancora non é stato risolto. Si auspica in una risoluzione tempestiva per arginare le pericolose conseguenze, sia in termini di danno ambientale che in riferimento ai lidi afferenti nella zona di Licola. 

Ultimi articoli pubblicati

Articoli Correlati