La rete FREE cresce a macchia d’olio

Si è tenuto ieri, a cura dell’associazione studentesca Agorà presso l’Università di Fisciano, il convegno sul “fenomeno della corruzione all’interno della Pubblica Amministrazione”. Tra i...

Calendario dell’avvento di Sephora: le prime 6 caselle

Ciao amici! Nelle prime sei caselle del calendario dell'avvento di Sephora, tante belle sorprese. 1 dicembre: uno spray per il viso di Mario Badescu. E'...

Pozzuoli: domani accensione delle luminarie e spettacolo pirotecnico

Domani, mercoledì 7 dicembre, alle ore 18.00, presso il Rione Terra, ci sarà la prima accensione delle luminarie. L’evento sarà accompagnato da un suggestivo...

Voci dal carcere: Anna si racconta – settima parte

Anna ci ha insegnato a comprendere che da un momento all’altro si può cadere nel baratro della disperazione. È il racconto di una donna...

Pozzuoli: le dichiarazioni di DE NATALE dopo gli eventi sismici di oggi

Diversi eventi sismici si stanno registrando in queste ore nei Campi Flegrei, con scosse di varia intensità. Gli eventi più significativi sono stati avvertiti alle...

Polemiche nel mondo scientifico sull’affidabilità dei tamponi

PRESENTATA QUERELA ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI ROMA

Alcuni esperti, come il dott. Mariano Amici (medico di base di Roma) e come il prof. Stefano Scoglio (direttore del Centro di Ricerche Nutriterapiche di Urbino e candidato al Premio Nobel per la Medicina nel 2018), sono arrivati ad affermare che il tampone non è affidabile. Il dott. Matteo Bassetti, infettivologo del Policlinico San Martino di Genova, ha dichiarato che “per quanto riguarda i campioni, fino al 30% può essere un falso negativo, se poi ci mettiamo gli errori umani ecco che il tampone può essere un falso negativo fino al 50% dei casi». Il dott. Giulio Tarro, virologo napoletano, allievo di Sabin, concorda con il dott. Bassetti.

Il dott. Amici, che recentemente aveva già vinto un ricorso al Tar contro l’obbligatorietà della vaccinazione influenzale, introdotta con Ordinanza dal Presidente del Lazio Zingaretti,  ha depositato una denuncia alla Procura di Roma tramite lo studio legale dell’avv. Nicola Massafra. Sono state allegate le perizie condotte da quattro medici e ricercatori italiani: il prof. Stefano Scoglio; il dott. Fabio Franchi, medico infettivologo esperto di virologia; la dott.ssa Antonietta Gatti, scienziata esperta di nanopatologie; il dott. Stefano Montanari, farmacista ricercatore scientifico e nanopatologo. A tali perizie è stata affiancata altra documentazione internazionale, da cui emergerebbero i limiti dei test diagnostici condotti tramite i tamponi. Secondo alcuni studi essi avrebbero mostrato un indice di fallibilità molto alto, in particolare con picchi dell’85% di falsi positivi. Il dott. Amici ha dichiarato ad AFFARI ITALIANI che “gli stessi documenti ufficiali ammettono che nessuno dei tamponi correntemente utilizzati è omologato e affidabile per accertare la presenza di un virus, che tra l’altro è in continua mutazione. Ora è evidente che una diagnosi sbagliata può rappresentare un pericolo per la salute dei cittadini qualunque sia l’esito del tampone, ma deve far sorgere seri dubbi anche sui provvedimenti politici e amministrativi che da mesi vengono attuati per fronteggiare la diffusione del virus e sul clima di paura e allarmismo che sta pesantemente condizionando la vita di tutti i cittadini. “E come potremmo spiegare – conclude il dott. Amici – i danni economici derivanti dalla quarantena fatta osservare ai soggetti positivi o i danni provocati dal lockdown e le conseguenti spese sostenute dallo Stato per tutti i provvedimenti adottati, se scoprissimo che le diagnosi di Covid erano sbagliate e la situazione meno grave di quanto apparso?“. Il dott. Amici invita i cittadini a presentare denuncia e, tramite la sua pagina facebook, di contattare gratuitamente l’avv. Massafra.

Viviamo una  fase molto delicata, ma non possiamo dimenticare che i dati diffusi quotidianamente hanno determinato gravissimi danni e serie preoccupazioni nei cittadini, tra cui anche patologie di natura psicologica. Gli esperti hanno il dovere di fare chiarezza, ma a questo punto soprattutto la Magistratura dovrebbe accertare in tempi rapidi la verità, anche sul numero reale dei cittadini contagiati.

Ultimi articoli pubblicati

La rete FREE cresce a macchia d’olio

Si è tenuto ieri, a cura dell’associazione studentesca Agorà presso l’Università di Fisciano, il convegno sul “fenomeno della corruzione all’interno della Pubblica Amministrazione”. Tra i...

Calendario dell’avvento di Sephora: le prime 6 caselle

Ciao amici! Nelle prime sei caselle del calendario dell'avvento di Sephora, tante belle sorprese. 1 dicembre: uno spray per il viso di Mario Badescu. E'...

Pozzuoli: domani accensione delle luminarie e spettacolo pirotecnico

Domani, mercoledì 7 dicembre, alle ore 18.00, presso il Rione Terra, ci sarà la prima accensione delle luminarie. L’evento sarà accompagnato da un suggestivo...

Voci dal carcere: Anna si racconta – settima parte

Anna ci ha insegnato a comprendere che da un momento all’altro si può cadere nel baratro della disperazione. È il racconto di una donna...

Pozzuoli: le dichiarazioni di DE NATALE dopo gli eventi sismici di oggi

Diversi eventi sismici si stanno registrando in queste ore nei Campi Flegrei, con scosse di varia intensità. Gli eventi più significativi sono stati avvertiti alle...

Articoli Correlati

La rete FREE cresce a macchia d’olio

Si è tenuto ieri, a cura dell’associazione studentesca Agorà presso l’Università di Fisciano, il convegno sul “fenomeno della corruzione all’interno della Pubblica Amministrazione”. Tra i...

Calendario dell’avvento di Sephora: le prime 6 caselle

Ciao amici! Nelle prime sei caselle del calendario dell'avvento di Sephora, tante belle sorprese. 1 dicembre: uno spray per il viso di Mario Badescu. E'...

Pozzuoli: domani accensione delle luminarie e spettacolo pirotecnico

Domani, mercoledì 7 dicembre, alle ore 18.00, presso il Rione Terra, ci sarà la prima accensione delle luminarie. L’evento sarà accompagnato da un suggestivo...

Voci dal carcere: Anna si racconta – settima parte

Anna ci ha insegnato a comprendere che da un momento all’altro si può cadere nel baratro della disperazione. È il racconto di una donna...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi