Eventi natalizi a Pozzuoli

Oggi alle ore 12 presso la sede della Protezione civile di Monterusciello, in Via Vittorini, il Sindaco di Pozzuoli, Gigi Manzoni, e l'Assessore alla Cultura, Filippo...

Disastro di Casamicciola: ritrovato THOR, il pitbull disperso

Con il ritrovamento avvenuto oggi di altri tre corpi, sale a 11 il bilancio accertato delle vittime della frana di Casamicciola. Si tratta di Gianluca...

Pozzuoli: addio a Tonino Procacci

“La morte non è niente. Siamo solamente passati dall’altra parte”. Come vorremmo credere a questa bellissima affermazione recitata nella poesia di Henry Scott Holland,...

Pozzuoli: paura nella notte per forti scosse

Paura nella notte per i residenti di Pozzuoli e zone limitrofe. Uno sciame sismico a partire dalle ore 3.34, ha prodotto 4 scosse di...

Voci dal carcere: Anna si racconta – sesta parte

Ecco la sesta parte della narrazione di Anna, detenuta presso il carcere di Pozzuoli. La sua storia ha appassionato tanti lettori. Per ripercorrere le...

Pianura – Ancora più invitante con i luminosi addobbi natalizi LA FORNERIA DI MASSIMILIANO MAIORANO: TRADIZIONE E GENUINITÀ

di ennio silvano varchetta

L’ insegna ormai la conosciamo tutti: “La Forneria di Massimiliano Maiorano”, in una strada storica del quartiere, Via Giorgio de’ Grassi. Ci piace iniziare con l’emblematica Pizza Dolce, pianurese doc che, a nostro avviso, è il dolce per eccellenza di questo singolare pezzo di terra flegrea: crema ed amarene il ripieno. Ma vogliamo sottolineare soprattutto che la Forneria in questi giorni abbellisce la sua arte con i suggestivi decori natalizi. Opera delle preziose collaboratrici gli scenari luminosi e variopinti della facciata anteriore che danno il tocco e la magia dei giorni che precedono la festa più importante dell’anno. Sarà sicuramente contento il Popolo della Forneria, così Massimiliano Maiorano chiama i suoi affezionati clienti. Centralissima, come dicevamo, in una delle arterie principali e storiche del territorio, la Forneria riesce a conquistare un angolo di quiete, al piano terra, dove ha approntato il cuore della sua proposta gastronomica. Ora, in queste giornate, il protagonista assoluto è il Panettone: vincitore dell’importante premio capitolino e richiesto ed apprezzato da una sempre maggiore clientela. È proposto nelle varie specialità: il classico tradizionale e gli altri gourmet. Tutto il resto è rappresentato da una varietà notevole di prelibatezze: lo staff capitanato dalla consueta sapienza di Massimiliano, costruisce la sua identità intorno a un concept collaudato: quello che declina i molti volti del dolce portandoli alla stregua del salato, con menù articolati e stagionali. Ovviamente la Forneria sforna quotidianamente anche il pane e i suoi derivati, tutti i tipi di focacce e tanto altro. Bontà gastronomiche con attenzione alla qualità del prodotto finale e all’aspetto visivo della pietanza.

In molti luoghi si possono trascorrere dei sereni momenti di relax, in alcuni il relax è addolcito da golose creazioni di pasticceria, rosticceria, e tanto altro. In uno di questi l’atmosfera è talmente speciale da renderli magici: è tutto questo la Forneria di Via Giorgio de’ Grassi. Il nome, ai pianuresi e ai flegrei ricorderà subito le prelibatezze del palato. Siamo in una stradina poco distante da Piazza San Giorgio e di fronte alla Casa della Cultura e della casa natale del Beato e prossimo alla canonizzazione don Giustino Maria Russolillo. Alla ricerca dei dolci, dei rustici e del pluripremiato Panettone artigianale, un angolo goloso di Pianura. C’è un portone, a pochi metri dove si accede allo storico Cortile Varchetta: lì c’è un antico forno ormai dismesso e una statua religiosa molto datata che riporta l’anno 1855 e le iniziali R.V., che stanno per Raffaele Varchetta, il primo proprietario dell’intero stabile. L’esterno, da poco ristrutturato, ha una facciata con balconi stretti e decorazioni ben conservate. I locali della Forneria sono i primi a sinistra. Non abbiate timore, e preparatevi ad entrare in un mondo magico, fatto di profumi e tante golosità. Ciò che ci piace della Forneria è anche l’esterno. Come dicevamo, in questi giorni di Avvento che precedono il Santo Natale, gli addobbi luminosi e l’albero attaccato al centro donano un’atmosfera particolare, che associata ai profumi tipici del forno rendono il tutto assolutamente straordinario.
Varcate le porte d’ingresso ci si trova immersi nei colori e nelle bellezze del gusto.
Lo spazio vendita è composto dalle vetrine e dal bancone sempre ben assortiti.
Lo staff è quasi tutto al femminile: la sig.Ida, moglie del “capo”, Nancy, fidanzata di Giorgio e Maddalena. A bilanciare il gruppo c’è Giorgio, il figlio di Massimiliano, giovane ma con con il mestiere e l’arte già nelle sue mani. La produzione dei dolci, dei rustici, delle pizze e di tutto il resto, è semplice e curata, di ispirazione soprattutto napoletana, ma anche pianurese, flegrea, italiana.

Alla Forneria ogni prodotto è fatto con amore e nasconde sempre qualche guizzo speciale.
Ma i grandi protagonisti di questi giorni, come dicevamo, sono i Panettoni, dolci di origine milanese ma ormai italiani ed internazionali e i sempre attuali rustici che hanno il profumo e il gusto genuino di casa.
Ci piace sottolineare che vengano proposti dolci a volte un po’ dimenticati che, valorizzati con l’uso di ingredienti di stagione, sono una vera manna per il palato. Ogni volta che andiamo alla Forneria, e poi arrivati a casa stiamo talmente bene che non ci vorremmo alzare dalla tavola. Insomma La Forneria è uno di quei luoghi in cui quando entri e cominci a mettere a fuoco i vari prodotti dimentichi lo scorrere del tempo. I dolci sono coccole per il palato e l’atmosfera è una carezza per l’anima.

Appuntamento allora per tutti a Via de’ Grassi per far felici gli occhi ed appagato il palato.

Ultimi articoli pubblicati

Eventi natalizi a Pozzuoli

Oggi alle ore 12 presso la sede della Protezione civile di Monterusciello, in Via Vittorini, il Sindaco di Pozzuoli, Gigi Manzoni, e l'Assessore alla Cultura, Filippo...

Disastro di Casamicciola: ritrovato THOR, il pitbull disperso

Con il ritrovamento avvenuto oggi di altri tre corpi, sale a 11 il bilancio accertato delle vittime della frana di Casamicciola. Si tratta di Gianluca...

Pozzuoli: addio a Tonino Procacci

“La morte non è niente. Siamo solamente passati dall’altra parte”. Come vorremmo credere a questa bellissima affermazione recitata nella poesia di Henry Scott Holland,...

Pozzuoli: paura nella notte per forti scosse

Paura nella notte per i residenti di Pozzuoli e zone limitrofe. Uno sciame sismico a partire dalle ore 3.34, ha prodotto 4 scosse di...

Voci dal carcere: Anna si racconta – sesta parte

Ecco la sesta parte della narrazione di Anna, detenuta presso il carcere di Pozzuoli. La sua storia ha appassionato tanti lettori. Per ripercorrere le...

Articoli Correlati

Eventi natalizi a Pozzuoli

Oggi alle ore 12 presso la sede della Protezione civile di Monterusciello, in Via Vittorini, il Sindaco di Pozzuoli, Gigi Manzoni, e l'Assessore alla Cultura, Filippo...

Disastro di Casamicciola: ritrovato THOR, il pitbull disperso

Con il ritrovamento avvenuto oggi di altri tre corpi, sale a 11 il bilancio accertato delle vittime della frana di Casamicciola. Si tratta di Gianluca...

Pozzuoli: addio a Tonino Procacci

“La morte non è niente. Siamo solamente passati dall’altra parte”. Come vorremmo credere a questa bellissima affermazione recitata nella poesia di Henry Scott Holland,...

Pozzuoli: paura nella notte per forti scosse

Paura nella notte per i residenti di Pozzuoli e zone limitrofe. Uno sciame sismico a partire dalle ore 3.34, ha prodotto 4 scosse di...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi