Manifestazione OTAS: Lia sorride da lassù

Ha superato ogni aspettativa la manifestazione che si è tenuta ieri dal titolo “Pozzuoli ci mette il cuore”. Una affollatissima funzione presieduta dal vescovo Monsignor Carlo Villano, è stata concelebrata presso la parrocchia Santa Maria della Consolazione da: don Fernando Carannante (cappellano della Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli), don Manoel Josè Rosa (parroco della Chiesa Santa Maria della Consolazione), Don Felix  Ngolo (parroco della Chiesa San Michele Arcangelo e Vicario Forense), don Alfredo Consorte (parroco del Santuario di San Gennaro), don Tommaso Di Cristofaro (parroco della chiesa di San Vincenzo Ferrier).

Presenti l’assessore al Patrimonio del Comune di Pozzuoli Sabrina Sifo e il sindaco di Bacoli Josy della Ragione; presente anche Commissario Capo Polizia di Stato Rita Laezza. I bambini sono stati i veri protagonisti dell’evento, sia religioso che civile.

Quando cittadini ed istituzioni convergono verso obiettivi comuni si avverte un soffio di speranza per le nostre città che sono soffocate da problemi ambientali inestimabili. Anche Pozzuoli detiene il primato per i decessi causati dai tumori che colpiscono fasce di popolazione sempre più giovane.

Il lavoro va fatto in primis nelle scuole: i bambini presenti ieri hanno appreso, grazie al lavoro dei docenti del 1 circolo didattico di Pozzuoli, cosa ha rappresentato la Terra dei Fuochi e dei Veleni in Campania. Professionisti in grado di associare la didattica tradizionale all’attuale spaccato di vita vera, narrando storie inedite, avvicinando i bambini alla tematica ambientale con canti e drammatizzazioni. Spunti di riflessione portati, poi, negli ambiti familiari; e l’inevitabile attivazione di meccanismi virtuosi; la speranza, insomma, di crescere i piccoli con lo stimolo e la voglia di cambiare il mondo. Questa è la scuola: un serbatoio di idee contestualizzate con la realtà vera e vissuta.

L’Osservatorio per la tutela dell’Ambiente e della Salute con il direttivo tutto, organizzatore dell’evento, ringrazia la cittadinanza e dà appuntamento a maggio con l’undicesima edizione del Premio Dicearchia. Ringrazia altresì D’Isanto strumenti musicali. 

Ultimi articoli pubblicati

Articoli Correlati