Disastro di Casamicciola: ritrovato THOR, il pitbull disperso

Con il ritrovamento avvenuto oggi di altri tre corpi, sale a 11 il bilancio accertato delle vittime della frana di Casamicciola. Si tratta di Gianluca...

Pozzuoli: addio a Tonino Procacci

“La morte non è niente. Siamo solamente passati dall’altra parte”. Come vorremmo credere a questa bellissima affermazione recitata nella poesia di Henry Scott Holland,...

Pozzuoli: paura nella notte per forti scosse

Paura nella notte per i residenti di Pozzuoli e zone limitrofe. Uno sciame sismico a partire dalle ore 3.34, ha prodotto 4 scosse di...

Voci dal carcere: Anna si racconta – sesta parte

Ecco la sesta parte della narrazione di Anna, detenuta presso il carcere di Pozzuoli. La sua storia ha appassionato tanti lettori. Per ripercorrere le...

Un dono natalizio per le detenute di Pozzuoli

Il Natale si avvicina e l'aria frizzante dell'inverno che è alle porte, ci spinge già a programmare l'evento più caro e sentito dalle famiglie....

Genitori rifiutano trasfusione per il figlio: sospesa la potestà genitoriale

L’annosa questione dell’obiezione di coscienza per motivi religiosi è stata tempo fa affrontata dalla Santa Sede

È la storia di un bambino modenese che per essere sottoposto ad un delicato intervento chirurgico a causa di una cardiopatia, deve sottoporsi a trasfusioni. I suoi genitori, informati dai sanitari del Suor Orsola della necessità dell’intervento, hanno dato indicazioni di sottoporre il bambino solo a trasfusioni di sangue proveniente da non vaccinati. Il 2 febbraio la Procura per i minorenni aveva presentato ricorso. Il tribunale per i minorenni di Bologna ha sospeso in via provvisoria la potestà genitoriale alla madre e al padre del bambino. Per tali ragioni sono stati nominati tutori i servizi sociali competenti per territorio.

Nei giorni scorsi il giudice tutelare di Modena aveva accolto le ragioni del Policlinico Sant’Orsola sulla necessità dell’intervento e sulla sicurezza del sangue. Ma la famiglia del bimbo aveva chiarito attraverso il proprio legale, di non aver mai negato il consenso all’intervento, chiedendo tuttavia “per motivi di carattere religioso” che il sangue della trasfusione venisse da soggetti non vaccinati. In un primo momento si era diffusa la notizia che il diniego derivasse dalla convinzione che il sangue dei vaccinati potesse nuocere al bambino, ma successivamente i genitori hanno chiarito che le motivazioni sono di natura religiosa. I vaccini a vettore RNA utilizzerebbero cellule umane derivate da feti abortiti, tesi fortemente contestata dalla comunità scientifica. Sulla tematica c’è stato un approfondimento della Ponteficia Accademia per la Vita riportata da Avvenire nel settembre 2021.

Il nodo morale non è nuovo: alle linee fetali si fa ricorso anche per vaccini contro morbillo, rosolia e varicella, tanto che nel 2017 la Pontificia Accademia per la Vita, l’Ufficio Cei per la Pastorale della Salute e Medici cattolici, intervennero per «escludere che vi sia una cooperazione moralmente rilevante tra coloro che oggi utilizzano questi vaccini e la pratica dell’aborto volontario» concludendo «che si possano applicare tutte le vaccinazioni clinicamente consigliate con coscienza sicura che il ricorso a tali vaccini non significhi una cooperazione all’aborto volontario»”.

L’irrompere del Covid e lo sviluppo in tempi serratissimi di vaccini per contrastarlo ha dunque riproposto una domanda nota, davanti alla quale tuttavia la Congregazione per la Dottrina della fede è intervenuta il 21 dicembre 2020 con una sua nota, seguita qualche giorno dopo dalla stessa Accademia.

Anzitutto vi si afferma che «quando non sono disponibili vaccini contro il Covid-19 eticamente ineccepibili è moralmente accettabile utilizzare i vaccini anti-Covid-19 che hanno usato linee cellulari provenienti da feti abortiti». Infatti «il tipo di cooperazione al male (cooperazione materiale passiva) dell’aborto procurato da cui provengono le medesime linee cellulari, da parte di chi utilizza i vaccini che ne derivano, è remota. Il dovere morale di evitare tale cooperazione materiale passiva non è vincolante se vi è un grave pericolo, come la diffusione altrimenti incontenibile di un agente patogeno grave». Quanto al vaccinarsi o meno, se «la vaccinazione non è, di norma, un obbligo morale» e «perciò deve essere volontaria», il perseguimento del «bene comune» porta a «raccomandare la vaccinazione, specialmente a tutela dei più deboli ed esposti». Quanti si sottraggono però «devono adoperarsi per evitare, con altri mezzi profilattici e comportamenti idonei, di divenire veicoli di trasmissione dell’agente infettivo».

Ultimi articoli pubblicati

Disastro di Casamicciola: ritrovato THOR, il pitbull disperso

Con il ritrovamento avvenuto oggi di altri tre corpi, sale a 11 il bilancio accertato delle vittime della frana di Casamicciola. Si tratta di Gianluca...

Pozzuoli: addio a Tonino Procacci

“La morte non è niente. Siamo solamente passati dall’altra parte”. Come vorremmo credere a questa bellissima affermazione recitata nella poesia di Henry Scott Holland,...

Pozzuoli: paura nella notte per forti scosse

Paura nella notte per i residenti di Pozzuoli e zone limitrofe. Uno sciame sismico a partire dalle ore 3.34, ha prodotto 4 scosse di...

Voci dal carcere: Anna si racconta – sesta parte

Ecco la sesta parte della narrazione di Anna, detenuta presso il carcere di Pozzuoli. La sua storia ha appassionato tanti lettori. Per ripercorrere le...

Un dono natalizio per le detenute di Pozzuoli

Il Natale si avvicina e l'aria frizzante dell'inverno che è alle porte, ci spinge già a programmare l'evento più caro e sentito dalle famiglie....

Articoli Correlati

Disastro di Casamicciola: ritrovato THOR, il pitbull disperso

Con il ritrovamento avvenuto oggi di altri tre corpi, sale a 11 il bilancio accertato delle vittime della frana di Casamicciola. Si tratta di Gianluca...

Pozzuoli: addio a Tonino Procacci

“La morte non è niente. Siamo solamente passati dall’altra parte”. Come vorremmo credere a questa bellissima affermazione recitata nella poesia di Henry Scott Holland,...

Pozzuoli: paura nella notte per forti scosse

Paura nella notte per i residenti di Pozzuoli e zone limitrofe. Uno sciame sismico a partire dalle ore 3.34, ha prodotto 4 scosse di...

Voci dal carcere: Anna si racconta – sesta parte

Ecco la sesta parte della narrazione di Anna, detenuta presso il carcere di Pozzuoli. La sua storia ha appassionato tanti lettori. Per ripercorrere le...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi