Esperienza drammatica ad una famiglia di Pozzuoli: affonda la barca a Procida

È la solidarietà che dalle nostre parti si chiama “pane quotidiano”. Quella che ci viene d’istinto, senza pensarci troppo. Siamo un popolo unico, di cui si parla in tutto il mondo. Un popolo fatto di usanze e modi di vivere di cui senti una nostalgia soffocante quando ti allontani.

È grazie a questo insostituibile savoir faire che una famiglia composta da genitori e due figli di 7 e 8 anni non si è abbandonata alla disperazione: la propria barca, per motivi ancora non noti, è affondata in pochissimi minuti al largo dell’isola di Vivara. La proprietaria del natante, Monica, ringrazia tutti con un commovente messaggio su Facebook:

”Buongiorno ieri nel primo pomeriggio io e la mia famiglia eravamo in barca a Procida esattamente dietro l’isola di Vivara, non sappiamo ancora per quale motivo ma la nostra barca improvvisamente è affondata. Il perché di questo mio post è solo ed esclusivamente per ringraziare tutte le persone li intorno a noi che si sono tuffate incuranti di ogni pericolo mettendo a rischio la loro stessa vita SOLO per salvare me mio marito e i miei figli di 7 e 8 anni. Tutto è successo in meno di 10 secondi, ci siamo ritrovati in mare con decine e decine di persone pronte a dare il loro aiuto anche quando dopo, io e mio marito siamo saliti su un gommone e i miei figli su di un’altra barca poco distante da me. Ancora accorrevano persone per supportarci con parole e gesti, ci hanno portato acqua e offerto il caffè e chi addirittura ci riportava i nostri effetti personali trovati lì in mare. SIETE STATI TUTTI DEGLI ANGELI ancora adesso mentre scrivo piango. La guardia costiera è arrivata il più presto possibile ci ha accolti sulla loro barca come se fossimo dei loro familiari ci hanno abbracciato e coccolato dandoci se ancora era possibile altra sicurezza grazie grazie e ancora grazie. Ringrazio tutti in particolar modo Tullio e la sua fidanzata una coppia dal cuore grande lei ha una forza soprannaturale!!!!! ma ancora di più ringrazio alcuni ragazzi che hanno salvato e accolto i miei bambini SIETE STATI SEMPLICEMENTE MERAVIGLIOSI non finirò mai di ringraziarvi. Sono tornati a casa raccontando delle risate fatte con voi in barca dei tuffi e di tanto altro ancora mettendo in secondo piano la brutta esperienza vissuta, LORO SONO DI BACOLI E RICORDIAMO SOLO ALCUNI NOMI GIUSEPPE GIUDY SERENA. SE FOSSE POSSIBILE FARE UN PASSAPAROLA PER ARRIVARE A LORO NE SAREI DAVVERO GRATA . Vorrei semplicemente abbracciarli e ringraziarli. INFINITAMENTE GRAZIE AD OGNUNO DI VOI anche a chi voleva fare qualcosa ma nn è riuscito Grazie”. 

Ultimi articoli pubblicati

Articoli Correlati